La costituzione più bella del mondo.


Uno dei punti dell’articolo di Michele Brambilla su cui è utile riflettere. Dove sono finiti tutti gli estimatori della costituzione Italiana  dove sono tutti  coloro che in questi anni  hanno parlato della costituzione più bella del mondo. Domande  solo domande.

Il quarto fatto non è nuovissimo ma val la pena di ricordarlo, en passant, visto che stiamo parlando di incostituzionalità: la multa di centomila euro che un parlamentare dei 5 Stelle dovrà pagare («entro dieci giorni») al Movimento in caso di: espulsione dal gruppo o dal Movimento; abbandono del gruppo e/o iscrizione ad altro gruppo; dimissione anticipate dalla carica. È il patto che introduce di fatto il vincolo di mandato, il quale magari sarà giusto, o quantomeno opportuno, però è ancora vietato, all’articolo 67, dalla «Costituzione più bella del mondo». E introduce, prevedendo la multa anche per l’espulsione (decisa, per qualsiasi motivo, dal partito), pure un ricatto che priva il parlamentare di qualsiasi libertà di espressione politica.( Mer, 16/05/2018 – 08:24 )