Il Garante della privacy vuole vederci chiaro sul numero anti-fake news di WhatsApp

All’orizzonte un tavolo condiviso tra l’Autorità garante per la privacy e quella per le comunicazioni per contrastare la diffusione delle fake news. È questo il senso di uno scambio ufficiale tra i due organismi, nato da una richiesta di informazioni del Garante per la protezione dei dati personali, Antonello Soro, in merito al progetto Facta: iniziativa promossa da Pagella Politica WhatsApp (di proprietà di Facebook) che controlla e certifica le notizie scambiate ogni giorno sul popolare sistema di messaggistica. Lanciato agli inizi di aprile, il progetto mette a disposizione degli utenti un numero di telefono al quale inoltrare messaggi o articoli che potrebbero contenere informazioni false: all’altro capo una redazione di giornalisti ed esperti dedicata a ricostruire il filo di ogni storia, determinando infine se sia fondata o meno.