Villacidro: Il vecchio lavatoio.

Lavatoio

Nell’antico rione centrale del paese Frontera de sa Mitza, si trova il lavatoio, bellissima struttura in stile Liberty di fine 800 tenuto in ottime condizioni, importante testimonianza di art noveau. Fu progettato dall’ingegner Enrico Pani ed inaugurato nel 1893; il fautore è invece il Sindaco Luigi Cogotti. Iniziato in occasione della sistemazione e dell’imbrigliamento del rio Fluminera, dopo la demolizione nella piazza antistante di abbeveratoio, logge e macello, è oggi ad un livello più basso rispetto a quello originario.

Lavatoio
Lavatoio Liberty Villacidro

Con il lavatoio si costruì anche il mattatoio, demolito però agli inizi degli anni Sessanta; il torrente della Fluminera fu invece sistemato con una cinta muraria arricchita da eleganti logge. Ventidue colonne in ghisa sorreggono una grande copertura decorata con motivi floreali in ferro e ghisa al di sotto della quale trova spazio il vero e proprio lavatoio: 36 vasche rivestite di trachite scura di Serrenti ed una fontana; un tempo si potevano ammirare anche alcune sculture in marmo, rubate però nel dopoguerra. Dal punto di vista architettonico questa tecnologia fu usata anche per la costruzioni di stazioni ferroviarie, ponti e mercati.
Ancora importante luogo di aggregazione sociale per la comunità villacidrese alla fine del secolo divenne fondamentale per le donne, che potevano lavare i panni in paese senza dovere più recarsi al fiume sotto le intemperie; anche prendere l’acqua nelle brocche per uso domestico diventò ovviamente più semplice e meno faticoso.